imputati anche due suoi fratelli

Usura ed estorsione, chiesta condanna a 8 anni per commerciante di Marsala

Nell'aprile 2013, Paolo Mirabile fu posto agli arresti domiciliari dalla Guardia di finanza (tornò in libertà nell'ottobre del 2013). I fatti contestati sono relativi al periodo tra il 2008 e il 2010. L'indagine scattò a seguito di alcune denunce di presunte vittime, che nel processo hanno confermato le accuse mosse in fase d'indagine.