ritenuti i settori più strategici dell'economia siciliana

La ricetta di Confartigianato per lo sviluppo dell’Isola: “Investire in formazione, beni culturali e sburocratizzazione” (VIDEO)

In Sicilia la spesa media per beni culturali e servizi ricreativi tra il 2013 e il 2015 è di 553 milioni di euro, pari a 109,2 euro pro capite. Rispetto alla media nazionale, tra il 2009 e il 2015, si registra un gap di 786 milioni di euro nella spesa per beni culturali e servizi ricreativi.

si è svolto alla camera di commercio

Incontro dei Revisori legali a Palermo: la Sicilia ha maggiori difficoltà nell’applicazione della nuova legge professionale

«La specializzazione del revisore legale con l’iscrizione al Registro tenuto dal Ministero dell’Economia e finanze, dopo 36 mesi di praticantato e successivo esame di abilitazione, era un passaggio necessario – spiega Baresi – perché il commercialista non poteva continuare ad essere Giano Bifronte".

siglato protocollo tra l'assessorato regionale e l'anpal

Formazione e lavoro, nasce il progetto “Sicilia digitale” (VIDEO)

Previsti interventi su tre livelli: formazione dei giovani che hanno completato il percorso scolastico; aggiornamento dei lavoratori che operano in settori ‘simili’; riconversione di lavoratori provenienti da ‘altri settori’ a rischio di espulsione dai processi produttivi”.

agevolerà i territori che distano più di 60 minuti dagli ospedali

Salute, il progetto Trinacria: telemedicina e formazione nelle aree disagiate

I primi “laboratori” individuati di questo nuovo modello organizzativo assistenziale sono le isole di Favignana, Levanzo, Marettimo, Linosa, Lampedusa e l'isola di Ustica, dove nascerà uno dei quattro “Punti della Salute” (P.d.S). Gli atri tre “Punti” saranno istituiti nei comuni di Alia, Alessandria della Rocca e S. Mauro Castelverde.