L’assessore alla Mobilità sostenibile del Comune di Alcamo, Giuseppe Campo, è stato aggredito ieri sera dal titolare di un esercizio commerciale contrario alla pista ciclabile appena realizzata. Il componente della giunta è caduto fratturandosi una caviglia.

“Si può essere d’accordo o meno alla realizzazione della pista ciclabile, si può discutere e criticare, ma a tutto c’è un limite. Ed è stato ampiamente superato”, ha scritto sulla sua pagina Facebook il sindaco di Alcamo, Domenico Surdi, condannando l’aggressione.

Campo è stato inseguito dall’esercente di una pizzeria con un casco in mano, mentre stava per percorrere a piedi con i suoi familiari e un gruppo di cittadini la via ciclabile della città.

“La mia massima solidarietà e vicinanza all’assessore”, afferma il deputato alla Camera, del M5S Antonio Lombardo. “Al professore Campo – aggiunge – vanno i miei migliori auguri di una prontissima guarigione e l’incoraggiamento a proseguire nell’attività amministrativa che lui e lo staff del sindaco Surdi stanno portando avanti con efficacia e determinazione in città”.

“Si tratta di un episodio gravissimo ai danni di un rappresentante della comunità e delle istituzioni – dicono i deputati del M5S all’Ars – che svilisce e mortifica l’intera cittadinanza”.

“A Campo e ai familiari che hanno loro malgrado assistito a questa scena di violenza, giunga la nostra totale solidarietà“, dice la deputata regionale alcamese del movimento Valentina Palmeri.

“Gli attivisti e portavoce del M5S Alcamo sono vicini all’assessore Giuseppe Campo, vittima ieri di un’aggressione da parte di un commerciante, in seguito alla quale ha riportato la frattura ad una gamba”.

“A Campo – dicono- auguriamo pronta guarigione, certi che gesti del genere non fermeranno la sua attività, né quella della giunta 5 stelle di cui fa parte”.