Vanno in villa dove ogni giorno si radunano gli anziani del paese, promettono loro prestazioni sessuali ma è solo uno stratagemma per derubarli. Accade ad Alcamo, in provincia di Trapani dove alcuni anziani del luogo hanno denunciato il furto di alcuni gioielli ad opera di ragazze presumibilmente straniere.

Non è nota l’identità delle giovani, descritte dalle stesse vittime del raggiro come belle, eleganti e spigliate. Si tratterebbe di ragazze di età compresa tra i 25 e i 30 anni.

Come si legge sul Giornale di Sicilia, è accaduto spesso di aver notato la presenza della avvenenti giovani nella centrale piazza della Repubblica di Alcamo. Il gruppetto si aggiungeva al gruppo di anziani che sono soliti giocare a carte nella villetta. Questi avrebbero rifiutato le avances delle giovani che avrebbero comunque continuato a “corteggiare” i pensionati. Così tra abbracci e parole dolci sarebbero sparite collane e altri oggetti di valore.

Una volta scoperto il furto, gli anziani hanno denunciato la vicenda ai carabinieri ma le donne si sono volatilizzate. I militari analizzeranno le immagini del sistema di videosorveglianza per identificare le ragazze.