Arrestato, si pente per quello che ha fatto e chiede una pizza romana. I carabinieri, visto il periodo di Natale, gliela comprano. È accaduto ieri ad Alcamo dopo che i militari hanno arrestato Gaspare Faraci, di 48 anni.

L’uomo è andato su tutte le furie dopo che si è visto recapitare a casa dai carabinieri un “verbale di identificazione, elezione di domicilio, nomina del difensore ed informazione di garanzia” perché indagato nell’ambito di un procedimento penale. I militari sono entrati dentro la sua abitazione, ma l’uomo, dopo aver capito il motivo della visita, è andato su tutte le furie stracciando in mille pezzi il documento e minacciando i carabinieri con un martello. Dopo pochi attimi è stato immobilizzato e portato nella camera di sicurezza del Comando della Compagnia di Alcamo.

L’uomo, in lacrime durante la compilazione degli atti di rito, si sarebbe dimostrato particolarmente dispiaciuto per il comportamento tenuto poco prima nei confronti dei Carabinieri e, oltre a chiedere loro scusa, ha richiesto anche di poter avere una pizza al prosciutto x cena. Il beneficio, visto il periodo natalizio, gli è stato gentilmente concesso dal Comandante della Stazione di Alcamo.