Il traghetto che collega Porto Empedocle a Lampedusa e Linosa questa notte ha dovuto fare rientro al porto empedoclino a causa di un’avaria ai motori. La nave doveva trasportare dall’isola a Porto Empedocle le 13 bare dei migranti morti nel corso del naufragio del 7 ottobre nelle acque dell’isola siciliana. Il trasferimento delle salme è stato sospeso.

È stata un’avaria al motore di dritta per il traghetto “Sansovino” della Siremar a rendere necessario il rientro in porto in emergenza. La nave, che a bordo aveva 68 passeggeri, è stata scortata per sicurezza da un rimorchiatore.

La Capitaneria di porto, al comando del capitano di fregata Gennaro Fusco, ha già dato comunicazione al Registro italiano navale affinché venga effettuata una visita alle macchine di bordo per comprendere la natura del problema.

In serata avrebbe dovuto trasportare le salme dei 13 migranti morti nel corso della tragedia del mare del 7 ottobre scorso. Un barchino carico di migranti si è ribaltato all’arrivo dei soccorsi ad un miglio da Lampedusa.