Partirà a giorni l’intervento di messa in sicurezza della strada provinciale 22 sullo scorrimento veloce Palermo-Agrigento. Il tratto interessato è quello di Stazione Campofranco – Cozzo Disi – Casteltermini , oggetto in passato di caduta massi.

«Prosegue senza sosta il nostro impegno per il miglioramento della viabilità secondaria – spiega il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, in qualità di commissario di governo contro il dissesto idrogeologico nell’Isola – ben consapevoli delle carenze che si registrano sia sul fronte della sicurezza dei transiti, sia su quello relativo alle condizioni generali di percorribilità».

Ad aggiudicarsi i lavori, per un importo complessivo di 412mila euro, la società Antonino Vullo di Favara (Ag). Il collegamento viario – interessato da fenomeni di crollo derivanti dallo sgretolamento di un tratto del costone – è rimasto chiuso per quasi tre anni.

Ora l’avvio delle opere che prevedono: la sistemazione del complesso roccioso tramite opportuni scavi, con risagomatura di nuovi profili; la realizzazione di terrazzamenti collegati da scarpate con opportuna inclinazione; la predisposizione di una trincea paramassi e il ripristino della barriera di protezione esistente.

Buone notizie, quindi, per l’utenza, costretta per mesi a notevoli disagi con percorsi alternativi e più lunghi per raggiungere la Palermo-Agrigento.