La Guardia di Finanza ha sequestrato una casa di riposo per anziani abusiva a Porto Empedocle (Agrigento), perché sprovvista delle autorizzazioni amministrative e sanitarie come è stato verificato nel corso di un sopralluogo con il supporto di funzionari dell’Asp di Agrigento.

18 ospiti all’interno, sequestro d’urgenza

La struttura ospitava 18 anziani, un numero maggiore rispetto alla capacità alloggiativa definita in base alle norme che prevedono appositi standard di sicurezza e di qualità del servizio. Gli ospiti sono stati riaffidati a familiari. Il sequestro d’urgenza è stato confermato dal gip Francesco Provenzano, lo scorso 13 dicembre.

Farmaci scaduti, 2 indagati

Sono in corso approfondimenti sulla posizione fiscale della ditta e sugli adempimenti in tema di lavoro dei dipendenti della struttura, dove sono stati trovati anche farmaci scaduti. Due gli indagati.

Gdf dona a Caritas e Croce rossa merce sequestrata

Intanto i finanzieri del comando provinciale di Siracusa hanno donato alla Croce Rossa Italiana e alla Caritas la merce sequestrata nel corso di diversi servizi effettuati in materia di contraffazione marchi.

Si tratta di circa 176 paia di scarpe, 12 pantaloni, 10 tute e 3 giubbotti. La merce è stata consegnata a Pierfrancesco Rizza e a Margherita Nobile, rispettivamente vice presidente del Comitato della Croce Rossa Italiana di Siracusa e responsabile del gruppo della Croce Rossa Italiana di Priolo, mentre nella sede della Tenenza di Noto i prodotti sono stati ritirati, dopo i furti subiti nelle scorse settimane della Caritas di Avola, da don Giuseppe Favaccio.

 

(Immagine in alto di repertorio)