Le lussuose ville del Verdura Resort di Sciacca potranno continuare ad essere costruite.
Il Consiglio di Giustizia Amministrativa non ha accolto il ricorso dell’Assessorato regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana – Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali – Sezione Beni Archeologici di Agrigento, contro la sentenza del Tar di Palermo che annullava il Piano Paesaggistico.

Nel punto 6 della sentenza si legge che “trattandosi di limiti specifici e definiti – a differenza dei rilievi molto più generali sollevati dai comuni nei loro ricorsi in nome di una non condivisibile concezione della concertazione istituzionale –, non è possibile differirne la soluzione al momento (e nella fase) dell’approvazione del Piano, occorrendo invece che ad essi si ponga rimedio rinnovando immediatamente – si intende, per questa sola parte (v. Infra) – l’adozione stessa del Piano”.

Quindi con la sentenza viene stabilito che il Piano Paesaggistico, elaborato Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali – Sezione Beni Archeologici di Agrigento, e che riguarda il Comune di Sciacca venga rinnovato nella parte relativa alla zona in cui si trova il Verdura Resort della Rocco Forte & Family s.p.a i cui progetti quindi non subiscono variazioni.

Il complesso alberghiero Verdura Resort è infatti stato realizzato dalla società che è proprietaria di numerosi appezzamenti di terreno nel comune di Sciacca e che aveva impugnato dinanzi al T.A.R. della Sicilia il Piano paesaggistico adottato dall’Assessorato regionale dei Beni culturali e dell’Identità Siciliana del 29 luglio del 2013.

In buona sostanza, il Piano Paesaggistico bloccava la realizzazione delle ville pur in presenza di una concessione edilizia avvenuta prima che entrasse in vigore il Piano Paesaggistico stesso.

Come scrive il Corriere di Sciacca, il Piano ha ad oggetto gli Ambiti regionali 2, 3, 5, 6, 10, 11 e 15 ricadenti nella provincia di Sciacca ed inserisce le aree di proprietà della società, destinate a campi di golf, nel paesaggio 14 con livello di tutela 2, mentre l’area già occupata dagli edifici del complesso alberghiero è inserita nel paesaggio dell’abitato di Sciacca con livello di tutela 1. Altri terreni sono inseriti nelle aree 1 e 2, taluni anche nell’area con livello di tutela 3.

La Rocco Forte & Family s.p.a. è stata assistita dagli avvocati Sebastiano Di Betta, Francesco Brizzi, Giuseppe Matteo Masoni.