Il 27 settembre si celebra la Giornata Mondiale del Turismo, lo ha stabilito l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1979. Quest’anno, il 2020, sarà la 41ma edizione. Un anno caratterizzato dall’emergenza Covid e che ha fortemente intaccato il mercato del turismo mondiale. Anche Caltanissetta ha subito l’emergenza, basti pensare all’annullamento della Settimana Santa, come del resto in tutte le cittadine siciliane dove si celebrano i riti processionali pasquali.

Una sofferenza per tutti i cittadini nisseni ed un dramma per tutte quelle attività che vivono di flussi turistici in quella settimana. L’Associazione Piccoli Gruppi Sacri, che organizza la processione delle Varicedde la sera del mercoledì Santo, ha trasformato questa sofferenza in energia positiva, fonte per la realizzazione dell’iniziativa “Le Varicedde, anima Giovane della Città” presentata qualche giorno fa nella splendida cornice di Palazzo Moncada.

Dal 26 al 29 settembre le Varicedde saranno protagoniste nel capoluogo nisseno con ben tre eventi. Sabato 26 settembre i Piccoli Gruppi Sacri verranno trasportati in Piazza Falcone Borsellino, dove durante la mattinata saranno addobbati con una composizione floreale con i colori della Città di Caltanissetta: il giallo e il rosso.

Il sabato pomeriggio, alle 18:30, i quattro corpi bandistici cittadini, la Salvatore Albicocco, la Giuseppe Verdi, San Pio X e Sicilia in musica, daranno vita ad un concerto dal titolo “Note di Gioia e Passione”, un omaggio musicale al Patrono San Michele e alle Varicedde.

Dal 27 al 29 settembre le Varicedde saranno esposte presso il cortile di palazzo del Carmine per la 25ma edizione della mostra.

“Il concetto principe dell’iniziativa – ha sottolineato il presidente dell’associazione Michele Spena – è la ‘destagionalizzazione’ della Settimana Santa. Non vogliamo assolutamente clonare i riti pasquali, quelli restano unici, nessuna processione ripetuta in un’altro periodo dell’anno, ma vogliamo intraprendere un percorso virtuoso con una serie d’iniziative durante l’anno che rafforzino la Stessa Settimana Santa. Con questo spirito – continua Michele Spena – abbiamo organizzato l’evento ed è auspicabile una condivisione di questa visione con le altre associazioni della Settimana Santa. L’evento è stato patrocinato dal Comune di Caltanissetta. L’amministrazione Gambino ha supportato con grande entusiasmo l’idea, convinta che la “destagionalizzazione” possa essere la via giusta per migliorare la stessa Settimana Santa e al contempo creare le condizioni per sempre più intensi flussi turistici verso il capoluogo Nisseno”.

Ed ancora le Varicedde saranno protagoniste di un’ulteriore iniziativa: la realizzazione di due murales in via Rosso di San Secondo per mano dell”artista nisseno Mirco Cavallotto, in arte “Loste”. Fondamentale il supporto dell”imprenditore Salvatore Taschetti, titolare di un’azienda nissena che ha sposato il progetto dell’Associazione Piccoli Gruppi Sacri.

L’idea è quella di raccontare la Settimana Santa attraverso questa forma di arte e creare le condizioni per una sempre più forte e decisa promozione di Caltanissetta.