Demolizione, con esplosione controllata, degli impalcati dalla pila 17 alla pila 37 del vecchio viadotto Salso sulla SS 640 “Strada degli Scrittori” “Salso”, all’innesto tra la Strada statale 640 e lo svincolo di Caltanissetta dell’A19 Palermo-Catania. Oggi presente il sottosegretario al ministero dei Trasporti Giancarlo Cancelleri assieme al sindaco di Caltanissetta Gambino, il Prefetto Armenia, dall’assessore regionale Falcone, il commissario straordinario Celia e l’amministratore delegato della CMC Paoletti.

Traffico interrotto tra Enna e Ponte Cinque Archi

Nelle precedenti settimane erano state già demolite le prime 16 campate, lato Caltanissetta, senza ripercussioni sulla viabilità. Oggi si è proceduto con la demolizione degli impalcati dalla pila 17 alla pila 37.  Poiché la porzione di viadotto oggetto di demolizione si trovava nelle adiacenze dell’autostrada A19 “Palermo-Catania”, lungo l’autostrada è stata cautelativamente istituita un’interruzione all’altezza degli svincoli di Enna e Ponte Cinque Archi, in entrambi i sensi di marcia. Al termine delle operazioni di brillamento e di pulizia delle sedi stradali, è stata ripristinata la normale circolazione. Nei successivi mesi di ottobre e novembre saranno attuate le altre due fasi previste dal piano di demolizione. Lo comunica l’Anas.

Un cantiere lumaca

“Dopo tante controversie e problematiche che hanno rallentato o bloccato i lavori su questa strada, con tanti sforzi, ricominciamo a vedere lavori completarsi da consegnare al territorio. Sapete bene che questo cantiere era letteralmente fermo, abbandonato e che rischiavamo di lasciare incompiuta un’importante opera per il territorio! I lavori, invece, procedono e da mesi ormai l’avanzamento del cantiere è sotto gli occhi di tutti”, ha detto il sottosegretario delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Giancarlo Cancelleri.

Opera completa entro il 2022

“Procediamo con la programmazione di tutto quello che resta da fare in questo cantiere, l’obiettivo continua ad essere quello di consegnare l’opera completa entro la fine del 2022” ribadisce compiaciuto e soddisfatto Cancelleri. Sono fiducioso che il general contractor possa continuare a rispettare i termini contrattuali programmati. Caltanissetta ha subito per troppi anni l’isolamento e le difficoltà di un cantiere infinito e a tratti morto – conclude il Sottosegretario – per questo non si potranno più permettere stop o rallentamenti. Al più presto voglio vedere tutta la SS640 finita e aperta ai cittadini”.

Azione di pungolo della Regione

“Da quando ci siamo insediati abbiamo lavorato, come mai la Regione aveva fatto sinora, per salvare la Caltanissetta-Agrigento dal destino di eterna incompiuta. Oggi la demolizione del vecchio viadotto “Salso” segna una positiva tappa sul percorso tracciato dal governo Musumeci: anche in Sicilia le opere pubbliche devono avere un inizio e una fine. In questo senso accogliamo positivamente la reattività di Anas riguardo questo intervento e, in generale, sui lavori per la Statale 640, dopo la costante azione di vigilanza e pungolo che la Regione continuerà a portare avanti, a tutela dell’interesse dei siciliani ad avere strade e infrastrutture finalmente all’altezza”. Lo ha dichiarato l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, presente, questa mattina, alle operazioni di demolizione del viadotto.