Un minorenne che gestiva un’attività commerciale abusiva di autoricambi usati nel rione Zia Lisa di Catania è stato scoperto da agenti del commissariato di Librino.

Nella struttura la polizia ha anche trovato un impianto elettrico non a norma, l’assenza di estintori e il rischio di caduta dall’alto di pesanti oggetti in vendita.

Il padre, in passato denunciato per reati contro il patrimonio, ha spiegato che per tenerlo lontano da ambienti criminali aveva deciso di far lavorare con sé il figlio, che riteneva sufficientemente maturo da lasciarlo da solo.

L’uomo, che percepisce sussidi statali e gestisce l’attività abusiva da 10 anni, paga anche in nero l’affitto del locale. Il minorenne è stato affidato alla madre.

Il padre è stato indagato in stato di libertà per sfruttamento del lavoro minorile con l’aggravante di aver impiegato il ragazzo in lavori pesanti e in luoghi non sicuri. E’ stato anche denunciato per gestione illegale di rifiuti speciali pericolosi. La polizia ha anche eseguito il sequestro penale preventivo dell’immobile e di migliaia di chilogrammi di materiale ritenuto inquinante.