• Sorpreso a rubare in un appartamento del centro storico
  • I Carabinieri arrestano un 22enne egiziano a Catania
  • La polizia sulle tracce dei complici fuggiti su un furgone

I Carabinieri della Stazione di Catania Piazza Dante, nella flagranza di reato, hanno arrestato un cittadino egiziano di 22 anni responsabile di furto in abitazione.

La chiamata al 112

La pattuglia, intorno alle ore 18, era intervenuta grazie alla chiamata di un cittadino che aveva notato nel cortile Gammazita un furgone bianco la cui presenza, in quel luogo del centro storico, aveva destato in lui più d’un sospetto. Soffermatosi a guardare la zona, ha notato una persona all’interno di un appartamento intenta a rovistare un armadio e si è quindi premurato di fornire tali informazioni all’operatore del 112 per l’intervento dei Carabinieri.

Colto in flagranza

L’equipaggio della Stazione al suo arrivo sul posto non ha riscontrato la presenza del furgone indicato dal cittadino ma i militari, entrati all’interno dell’appartamento hanno sorpreso l’egiziano. In una sacca erano contenuti alcuni oggetti appena asportati dall’abitazione.

Alla ricerca dei complici

Il ladro, tra l’altro, è stato inspiegabilmente trovato in possesso di una copia delle chiavi dell’abitazione mentre all’arrivo della sorella del proprietario dell’appartamento è stato accertato che, dalla casa e dal relativo garage di pertinenza, risultavano essere stati portati via elettrodomestici e utensili per oltre 12mila euro, già stati caricati sul furgone dai complici dell’arrestato per i quali sono in corso le indagini per giungere all’identificazione. Il 22enne è stato portato nel carcere di Piazza Lanza.