I carabinieri della Stazione di Vizzini, in provincia di Catania, con il supporto dello Squadrone Eliportato “Cacciatori di Sicilia”, hanno denunciato un 30enne del posto per detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

I militari, attivata un’attività infoinvestigativa per il monitoraggio del fenomeno dello smercio di sostanze stupefacenti in quel territorio, ritenevano che l’uomo potesse detenere droga.

L’occasione per concretizzare i loro sospetti è stata data loro dall’esecuzione di una perquisizione effettuata, oltre che nell’abitazione, anche ad un ovile di pertinenza del denunciato.

In particolare, l’evidente tentativo di confondere il fiuto dei cani nulla ha potuto con l’esperienza dei militari che, nascosto all’interno di un capannone tra i rifiuti, hanno trovato una busta contenente due involucri con 25 grammi di marijuana della cui presenza, manco a dirlo, l’uomo non ha saputo fornire alcuna spiegazione.

Sempre in merito alla lotta alla detenzione e spaccio di stupefacenti, stamane, i carabinieri hanno arrestato un giovane di 25 anni incensurato S.L. di Enna bloccato nell’autostrada Palermo Catania con quattro panetti di hashish. E’ il terzo arresto nella rotta della droga tra Palermo e Caltanissetta ed Enna in pochi giorni. Tutti i corrieri sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Cefalù durante i controlli nei pressi dello svincolo di Scillato. Nel corso della perquisizione sono stati trovati 400 grammi di hashish. L’arrestato è stato portato in camera di sicurezza in attesa del rito direttissimo. Dall’inizio del mese, è di oltre un chilo la quantità di droga sequestrata diretta verso l’area di Enna-Caltanissetta.

Tornando nel Catanese, invece, i carabinieri della Stazione di Palagonia hanno denunciato un 70enne del luogo per detenzione abusiva di munizionamento.
Il costante controllo svolto dall’Arma di Palagonia in materia di detenzione di armi e denuncia di esse ai preposti uffici di pubblica sicurezza ha consentito ai militari di riscontrare, in occasione di una delle verifiche effettuate, l’ingiustificato possesso di munizionamento per arma da parte dell’uomo.
In particolare, sono state rinvenute e sequestrate 83 cartucce cal. 22 e 48 cal. 6,35, detenute arbitrariamente dal denunciato, che, nella circostanza, non ha saputo fornire motivazione della loro detenzione.