Ancora una vittoria per i rosanero. La squadra palermitana esce vittoriosa dal campo di Biancavilla e fa sette su sette. La capolista non si ferma più e vola dopo aver vinto tutte le sette partite di avvio campionato e restituisce al Biancavilla la sconfitta subita in coppa, unico passo falso della squadra della rinascita palermitana.

Succede tutto in quattro minuti nel corso del primo tempo. pronti, via e Biancavilla subito in rete grazie ad un clamoroso autogol di Crivello. Il difensore svirgola l’intervento su cross di Maimone e manda la palla in rete.

Il vantaggio per i padroni di casa, però, dura appena due minuti. Al terzo di gioco arriva il pareggio rosa da una palla ferma. Punizione dalla trequarti con Martin che trova Ricciardo che di testa mette a segno l’uno a uno.

Appena un minuto e mezzo dopo i rosa ribaltano completamente la partita con Santana ma con Ricciardo ancora attivo nell’azione. Sulla palla lanciata in profondità la finta proprio di Ricciardo libera l’argentino che dopo pochi passi in velocità lascia partire un destro ad incrociare che il portiere di casa non può raggiungere.

da qui in poi non succederà più nulla sul fronte del risultato anche se il Biancavilla ci prova a pareggiare intorno al 20esimo ma senza fortuna. Altra occasione per Lucarelli a 3 dallo scadere ma senza esito.

Il secondo tempo si apre con Felici ammonito per simulazione in aria di rigore mentre il Bianavilla rischia seriamente di pareggiare al 20′ su calcio d’angolo ma Pelagotti ci arriva.

Per il resto un paio di occasioni, una per parte, ordinarie e tempo che scivola via senza sussulti nonostante i cinque minuti di recupero.