Due presunti usurai che avevano prestato soldi a un imprenditore di una piccola azienda con tassi di interesse oscillanti tra il 177 e il 600% rispetto alla somma concessa sono stati arrestati e posti ai domiciliari dalla Guardia di Finanza di Catania.

Sono Alfonso Giovanni Angiolini, 62 anni, commerciante, e Camillo Scuderi, 35 anni, figlio di Salvatore, esponente del clan Santapaola-Ercolano, e genero di Alessandro Di Pasquale, scarcerato nel 2015 dopo essere stato arrestato per traffico di stupefacenti.

Dalle indagini delle Fiamme gialle del Nucleo di Polizia economico finanziaria di Catania, Scuderi dal 2011 avrebbe concesso 10 prestiti per 18mila euro pretendendo, oltre la restituzione del capitale, interessi per oltre 23 mila euro, per un tasso compreso tra il 117 e il 1.997%.

Angiolini, invece, avrebbe erogato tre prestiti per complessivi 14mila euro applicando un tasso variabile tra il 108% e il 650%, pretendendo interessi per oltre 11mila euro. Il Gip ha disposto anche il sequestro di 35mila euro.