I Carabinieri delle Stazioni di Adrano e Biancavilla hanno dato esecuzione a diversi provvedimenti emessi dall’Autorità Giudiziaria.

Arrestato il 44enne Calogero Perdicaro di Adrano, in esecuzione di una ordinanza di aggravamento della misura cautelare emessa dal Tribunale di Catania, in ordine al reato di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, commesso ad Adrano lo scorso 15 marzo.
L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato relegato agli arresti domiciliari.

Arrestato anche il 43enne Mario Diolosà di Adrano, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dal Tribunale di Catania, poiché condannato alla pena di anni 1 e mesi 5 di reclusione per il reato di rapina aggravata commessa ad Adrano il 9 giugno 2014.
L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Catania Piazza Lanza.

Si aprono le porte del carcere anche per il 31enne Gaetano Musumeci di Biancavilla, già sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dalla Corte di Appello di Catania, poiché condannato alla pena di anni 9 e mesi 4 di reclusione per i reati di detenzione e porto illegale di armi da fuoco clandestine e ricettazione, commessi a Biancavilla il 6 ottobre 2014.
L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Catania Piazza Lanza.

Arrestato infine il 34enne Alessandro Ruccela di Biancavilla, in esecuzione di un ordine per l’espiazione di pena detentiva emesso dalla Corte di Appello di Catania, poiché condannato ad anni 2 e mesi 8 di reclusione per il reato di ricettazione in concorso, commesso a Biancavilla il 27 ottobre 2006.
L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato posto in regime di detenzione domiciliare.