All’Ircss Oasi Maria Santissima di Troina, nell’ennese,  sta per arrivare una grande quantità di materiale sanitario, ma soprattutto dispositivi di protezione individuale. Si tratta dell’Istituto che si occupa di Disabilità Intellettive, divenuto focolaio di Coronavirus, tanto che la Regione è dovuta correre ai ripari istituendo la quarta zona rossa siciliana. I risultati noti parlano di 157 persone contagiate: 100 ospiti e 57 operatori.

Quella che arriverà è una prima tranche di aiuti materiali che arriveranno dalla Regione in seguito all’arrivo a Palermo del primo carico di dispositivi di sicurezza sanitari arrivati dalla Cina. Si tratta di 4 mila mascherine FFP2, 50 mila e 600 mascherine chirurgiche, 900 Occhiali, 350 Tute, 32 mila e 500 guanti in nitrile, 45 mila guanti in lattex, 250 tamponi, 900 copri scarpe e 14 mila cuffie.

Un aiuto concreto e che contribuisce a dare respiro in termini di DPI all’Istituto, che in questi giorni ha continuato la propria attività e assistenza ai propri pazienti e a garantire la necessaria sicurezza al proprio personale.

Intanto ieri si è registrata la quarta vittima tra gli ospiti dell’Irccs Oasi Maria Santissima di Troina, una 59enne, positiva al Covid-19, che è deceduta nell’ospedale Umberto I di Enna, dove era ricoverata dallo scorso 30 marzo.