In aumento violenze e rapine ai danni degli anziani.
Dopo il terribile caso della 90enne messinese, rapinata, picchiata e abusata sessualmente da due minori di 14 e 17 anni, un altro analogo caso si è verificato a Brolo, ai danni di una donna anch’essa novantenne.

La notizia viene riportata dall’edizione odierna del Giornale di Sicilia.

Lunedì sera, l’anziana, già vittima lo scorso anno di una rapina nella sua abitazione, è stata imbavagliata e derubata da almeno due persone che hanno fatto irruzione nel suo appartamento nel centro storico del paese.
La donna è ricoverata in prognosi riservata all’ospedale di Patti ma non sarebbe in pericolo di vita.
E’ stata ritrovata a terra da una vicina, insospettitasi dopo aver visto la porta spalancata, ma bisogna ancora capire la natura delle lesioni riportate dall’anziana che presenta numerosi lividi ed ematomi.

Nella sua abitazione i sono recati, per i rilievi, i carabinieri di Brolo e di Patti. Nessun vicino avrebbe sentito nulla e non ci sarebbero testimoni, motivo per cui gli inquirenti sperano adesso di risalire a elementi utili dall’esame delle immagini di videosorveglianza della zona.

La donna ha raccontato di non essere stata picchiata, come era inizialmente sembrato, ma di essere stata immobilizzata dai malviventi – alla ricerca di denaro e oggetti preziosi – e di essere poi caduta perché strattonata dai ladri durante la loro fuga.

Una versione che però non convince i carabinieri per l’entità delle ferite e dei traumi riportati. Insomma, per capire cosa sia realmente accaduto, bisognerà indagare ancora.