• Arrestato ladro milazzese, in flagranza di reato
  • La Polizia di Stato arresta sorvegliato speciale
  • L’uomo Sorpreso in casa della compagna senza autorizzazione

La Polizia di Stato arresta ladro in azione. Sorpreso a rubare in un studio veterinario forzando una presa d’aria inserita nella tettoia, così da potersi calare all’interno. Ha manomesso una macchinetta automatica per il caffè e ne ha svuotato il portamonete. Bottino complessivo, un centinaio di euro.

Incastrato dai video

Ad attenderlo, all’esterno, i poliziotti delle Volanti impegnati nel controllo del territorio che lo hanno raggiunto e arrestato. La successiva analisi delle immagini registrate dall’impianto di videosorveglianza ha confermato la dinamica del furto. L’uomo, un trentacinquenne con precedenti specifici e in atto sottoposto all’obbligo di dimora, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della caserma Calipari in attesa di rito direttissimo previsto per stamani. L’uomo è stato sanzionato per aver violato l’attuale normativa anti-Covid. La refurtiva, di cui il trentacinquenne si era disfatto poco prima dell’arresto, gettandola in una fioriera, è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario.

Va senza autorizzazione dalla fidanzata

L’uomo, sottoposto al regime di sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Merì, è stato sorpreso in casa della compagna a Barcellona P.G., privo della prescritta autorizzazione. Già arrestato nel 2019 per aver violato le prescrizioni impostegli, il ventiseienne, con precedenti per furto, danneggiamento seguito da incendio, minacce, ricettazione, atti persecutori, guida senza patente, è stato sottoposto agli arresti domiciliari, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa di rito direttissimo che si terrà nella giornata odierna.