Ci sono storie che meritano di essere raccontate per motivi che vanno al di là dei fatti accaduti. Sono storie di uomini che sfidano se stessi e insegnano che i limiti e gli ostacoli esistono per essere superati.

Protagonista di quest’avventura è Francesco Boncordo, un messinese di 35 anni che il 27 settembre scorso ha vinto una sfida che aveva lanciato a se stesso: attraversare a nuoto lo stretto di mare che separa la Corsica dalla Sardegna.

Una traversata di venti chilometri in un mare che quel giorno non era per niente amichevole. Le correnti, le onde alte e le meduse rappresentavano le insidie principali, ma Francesco non si è perso d’animo e, bracciata dopo bracciata, è riuscito a toccare la costa sarda.

Non è la prima volta che compie un’impresa di questo tipo. In passato aveva attraversato a nuoto lo Stretto di Messina e il tratto di mare compreso fra Vulcano e Milazzo.

“Dedico questa traversata a i miei genitori, a mio fratello e anche a tutte quelle persone che ogni giorno combattono contro i problemi di salute – racconta a BlogSicilia-. Non smetterò mai di fare sport, perché lo sport mi rende felice e per me è proprio un vero stile di vita.”

Francesco si dimostra un campione non solo nello sport ma anche nella vita. Di professione ballerino e insegnante di break-dance, fa volontariato insegnando questa disciplina a bambini meno fortunati.

In bocca al lupo a questo giovane campione per le sue prossime sfide umane e professionali.