E’ stato ferito al volto da un detenuto con un pezzo di vetro un agente della polizia penitenziaria nel carcere di Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina.

Il poliziotto è stato soccorso dai colleghi e portato in ospedale. Duro il commento del delegato nazionale della Sicilia del sindacato Cosp: “Rischiamo la vita per 1.300 euro al mese e non siamo carne da macello”.

Sono sempre più frequenti, purtroppo, i casi di aggressioni, ai danni di agenti penitenziari, nelle carceri. Diversi, negli ultimi mesi, gli agenti che sono dovuti ricorrere alle cure dei sanitari.
Una situazione, favorita, secondo i sindacati di categoria, dalla condizione esasperante delle carceri sovraffollate e dalla carenza di personale tra gli agenti penitenziari.

Proprio al carcere di Barcellona Pozzo di Gotto mancherebbero 50 agenti penitenziari.