La Polizia di Stato di Messina ha arrestato un trentunenne marocchino accusato di maltrattamenti nei confronti della moglie.

I poliziotti sono intervenuti mentre l’uomo aggrediva la moglie e non riuscendo ad entrare nell’appartamento, perché chiuso dall’interno, hanno visto da una finestra l’uomo, sporco di sangue ed in evidente stato di agitazione, che alla loro vista inveiva dicendo di non trovare le chiavi per aprire. Con l’aiuto dei vigili del fuoco gli agenti sono stati sorpresi dalla scarsa situazione igienico-sanitaria in cui versava l’appartamento. Cattivo odore e sporcizia ovunque, diverse suppellettili distrutte, vetri e piatti in frantumi.

Subito il 118 ha soccorso la donna in stato di gravidanza. L’uomo spesso alcolizzato, si era mostrato violento con la moglie anche in altri episodi. È stato portato in carcere.