La Procura di Messina ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo sulla morte di due gemelli nati il 14 agosto scorso al Policlinico della Città dello Stretto. I due gemellini, nati al San Vincenzo di Taormina, sono infatti morti a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro per cause che, adesso, soltanto gli accertamenti clinici specialistici disposti dall’autorità giudiziaria dovranno chiarire. La neonata è morta il 6 il settembre e il fratellino sette giorni dopo.

Lo scrive la Gazzetta del sud spiegando che le indagini sono state avviate dopo la denuncia dei genitori, una coppia di Riposto (Catania), lui 36enne e lei 27enne, con l’assistenza dell’avvocato Cristoforo Alessi. L’autopsia sul corpo della bambina è stata eseguita il 10 settembre scorso, quella sul fratellino sarà eseguita oggi.

L’unica certezza, al momento, è che si ipotizza che i decessi, in entrambi i casi, possano essere stati provocati da una violentissima infezione. In caso di conferma di quella che, al momento, resta solo un’ipotesi bisognerà capire dove questa sia stata eventualmente contratta. Sotto la lente d’ingrandimento, per questo, ci sono i reparti di entrambi gli ospedali dove la puerpera e i neonati sono stati ospitati.