Un depuratore posto sotto sequestro e sei persone finite nel registro degli indagati. È il risultato di alcuni controlli eseguiti dalla Capitaneria di Porto di Messina e dal personale dell’Arpa, nell’ambito del monitoraggio di tutti i depuratori comunali del litorale dal comune di Messina a quello di Giardini Naxos.

In particolare sarebbero state scoperte falle nel ciclo depurativo dovute ad una carente manutenzione dell’impianto che immetteva reflui fognari non depurati che danneggiavano le acque del torrente Fondachello, affluente del fiume Alcantara che sfocia nel Mar ionio. I controlli avevano lo scopo di verificare la gestione e la tranciabilità dei rifiuti prodotti dai depuratori, anche acquisendo da parte dei militari la relativa documentazione autorizzativa.

Come riporta Tempostretto la Capitaneria di Porto di Messina, su disposizione del giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Messina, ha sequestrato il depuratore di Malvagna. Le indagini, coordinate dalla Procura di Messina, si sono concluse con sei avvisi di garanzia. Un custode giudiziario avrà l’obbligo di curare la conservazione del depuratore.