I collegamenti marittimi con le isole minori della Sicilia tornano regolari. Il via libera lo ha dato il presidente della Regione Nello Musumeci dopo un incontro con i sindaci.

“Con soddisfazione accogliamo la decisione – dice il sindaco di Lipari Marco Giorgianni – di raccogliere le istanze del nostro territorio e anche delle altre isole siciliane”.

Le compagnie di traghetti e aliscafi tornano a effettuare i servizi secondo gli assetti stagionali previsti dai contratti stipulati con la Regione e lo Stato.

“Nonostante fosse maggiormente auspicabile una immediata entrata in vigore degli orari estivi, come richiesto dai sindaci già dalla settima scorsa – aggiunge Giorgianni – il nuovo provvedimento rappresenta comunque una risposta congrua alla aumentata mobilità da e per le Isole, che non poteva, col precedente assetto, garantire il giusto numero di corse e di posti”.

Da tempo gli abitanti delle isole minori chiedono più attenzione e soprattutto la possibilità di spostarsi con maggiore semplicità. Tanti i disagi per gli abitanti che a causa dell’emergenza Covid19 si sono sentiti ancora più isolati dal resto del mondo.

Intanto ieri la riapertura della circolazione fra le regioni ha provocato lunghissime file di auto a Messina in prossimità del porto, per l’imbarco.

Code davanti agli imbarcaderi della compagnia Carone & Tourist già per la prima corsa delle 4.40 e per quella successiva delle 7.20. Il maggior flusso di passeggeri sullo Stretto, anche in arrivo dalla Calabria, è legato alla nuova ordinanza della Regione, che ha anticipato a ieri l’allineamento con le disposizione del decreto, abolendo l’autocertificazione e l’obbligo di quarantena per chi raggiunge la Sicilia da altre regioni.
Le code sono state smaltite abbastanza velocemente anche perché le corse dei traghetti sullo Stretto restano limitate.

Durante il periodo del lockdown, le isole minori hanno iniziato a mobilitarsi per chiedere certezze per il futuro a causa della stagione turistica già gravemente compromessa.
Un gruppo di imprenditori eoliani ha anche elaborato un Manifesto contro la crisi.