La Ocean Viking, nave di Sos Mediterranee e Medici senza frontiere, ha soccorso 74 migranti,  tra di loro vi sono sei minori, che si trovavano su un gommone in difficoltà a circa 50 miglia dalle coste libiche. “Esausti dal pericoloso viaggio, sembrano tutti in condizioni stabili”, fa sapere Msf in un tweet.

La presenza dell’imbarcazione in difficoltà era stata segnalata nel pomeriggio di ieri da Alarm phone, la ong che di fatto gstisce una sorta di centralino per gli allarmi che arrivano via satellitare dalle imbarcazioni di migranti in difficoltà. “Questo pomeriggio siamo stati avvertiti di una barca in pericolo al largo della Libia con circa 70 persone. Ottenuta la posizione GPS  abbiamo informato la guardia costiera e Ocean Viking. Siamo rimasti in contatto con la barca e passato la posizione alle autorità” aveva scritto in un tweet la ong che gestisce la piattaforma che dà aiuto ai migranti nel Mediterraneo, nella quale operano volontari e nata nel 2014, dopo il naufragio di Lampedusa.

“Dopo il nostro allarme, la Ocean Viking si è diretta verso la barca in pericolo. Nel frattempo la situazione a bordo è peggiorata a causa dell’arrivo della notte e panico a bordo. Abbiamo perso contatto con le persone a bordo dalle  21.27. Speriamo che vengano trovate presto!”, aveva concluso Alarm Phone. Nella notte il tweet di Ocean Viking che annuncia l’avvenuto soccorso.