Da lunedì 10 febbraio 2020 sarà possibile prenotare il pasto da consumare presso le sale ristorazione delle residenze universitarie Biscottari e Schiavuzzo. Il servizio, che viene avviato in modo sperimentale, in questa fase iniziale sarà riservato a studenti residenti nelle strutture vincitori della borsa di studio, che hanno il pasto gratuito.

“Con l’avvio della ristorazione nell’undicesimo e nel dodicesimo punto Ersu Palermo – sottolinea il presidente dell’Ente, Giuseppe Di Miceli – il servizio diventa sempre più capillare, così auspicato dall’assessore regionale dell’Istruzione Roberto Lagalla. E prossimamente – continua il presidente dell’Ersu- apriremo lo stesso servizio anche presso la residenza Casa del Goliardo. Ma stiamo già lavorando e abbiamo preso contatti con il Conservatorio di Musica, l’Università Lumsa e l’Accademia delle Belle Arti per ulteriormente rendere il servizio – in condizione di assoluta parità – a tutti gli studenti costituenti il bacino degli utenti dell’Ersu Palermo. Altri cinque punti di ristorazione – conclude il presidente Giuseppe Di Miceli – sono operativi a Palermo (Santi Romano, San Saverio, SS. Nunziata, Policlinico-Ospedale Civico, Teatro Massimo), e cinque in convenzione tra Caltanissetta (2), Agrigento (2) e Trapani”.

Nei giorni scorsi era stato inaugurato un punto ristorazione all’interno della bouvette del Teatro Massimo di Palermo.