Si chiama “Star Breeze”, è il primo di tre yacht gemelli super lusso, trasformato nello stabilimento Fincantieri a Palermo.
Alla presenza dell’armatore di Seattle Windstar Cruises, si è svolta la cerimonia di posizionamento del troncone, realizzato a Palermo, col quale la nave è stata allungata di 25,6 metri, raggiungendo ora una lunghezza di 159 metri. Cinquecento gli operai impegnati. “Lo yacht, arrivato il 7 ottobre a Palermo, lascerà il bacino il 21 dicembre, a gennaio ci sarà la prova in mare, la consegna a febbraio”, dice Giorgio Pollina, project manager di Fincantieri.

La Star Breeze partirà per la sua prima crociera il 14 febbraio, da Barcellona a Lisbona. A Palermo saranno effettuati i lavori di trasformazione anche delle altre due gemelle: Star Pride, che arriverà a fine febbraio 2020, e Star Legend, in programma a luglio. La commessa per i tre yacht ammonta a 250 milioni di dollari.

“Il Cantiere navale di Palermo sta vivendo un momento di grazia di tutto rispetto, abbiamo carichi di lavoro fino al 2021″. Così il direttore della Fincantieri di Palermo, l’ingegner Salvatore Savarese, parlando con i cronisti. a riprova della piena operatività dello stabilimento, il direttore dice che “il distributore di panini e bibite viene
caricato due volte al giorno”. Non si sa, invece, quando Palermo tornerà a costruire una nave intera, l’ultima venne realizzata nel 2005. “Sono scelte che competono ad altri”, risponde l’ingegner Savarese.

Gli operai diretti a Palermo sono 430, mille quelli dell’indotto, che presto arriveranno a 1.200.