Nelle casse dei Comuni siciliani arrivano i soldi delle borse di studio e per la fornitura di libri di testo. L’Assessorato all’Istruzione e alla Formazione professionale ha erogato 7 milioni di euro destinati al rimborso delle spese sostenute, nell’anno 2017/2018, per l’acquisto di libri di testo da parte degli studenti delle scuole medie e superiori.

Degli importi ne beneficeranno le famiglie che avranno certificato un valore Isee non superiore a 10.632,94 euro e le somme saranno ripartite direttamente dai Comuni.

“Lavoriamo per garantire alle famiglie siciliane il massimo sostegno possibile – spiega l’assessore regionale Roberto Lagalla – abbiamo superato i ritardi accumulati, anche se con il nuovo anno sarà necessario intervenire sull’informatizzazione delle procedure per garantire tempi più celeri e prevenire situazioni come quelle rinvenute negli ultimi anni. Manteniamo quindi la massima attenzione sulla scuola e auspico che gli enti locali coinvolti nei processi di erogazione dei contributi riescano ad operare efficacemente nell’interesse degli studenti e delle loro famiglie”.

A breve, inoltre, saranno pagate le borse di studio destinate agli studenti degli istituti superiori, assegnate sempre secondo parametri Isee, relative all’anno 2018/2019. Si tratta di 22.788 borse di studio del valore di 210,65 euro ciascuna, per un ammontare complessivo di 4,8 milioni di euro. A partire dagli inizi del 2020, le somme verranno erogate direttamente dal Ministero dell’Istruzione agli aventi diritto, secondo ripartizione predisposta dalla Regione Siciliana.