Stamani una pattuglia della polizia municipale su sollecitazione della centrale operativa ha proceduto al sequestro di circa 40 esemplari di riccio di mare, a carico di un venditore abusivo, intento alla commercializzazione degli echinodermi esposti su di un tavolo di plastica, direttamente su strada, in via dell’Olimpo a Palermo.

I ricci sequestrati, sono risultati privi di bollo sanitario e della documentazione attestante la provenienza; al trasgressore è stata contestata una sanzione amministrativa di 1.500 euro per la mancata tracciabilità e violazioni sulla commercializzazione del prodotto.

Considerato che i veterinari dell’Asp- l’azienda sanitaria provinciale – all’atto dell’accertamento hanno riscontrato che erano ancora vivi, sono stati rigettati in mare dalla guardia costiera e quindi, restituiti al loro habitat naturale.

L’operazione odierna rientra in un piano di controlli predisposti dal comandante Gabriele Marchese a tutela della salute del consumatore che proseguirà nel periodo estivo al fine di garantire la salubrità e l’igienicità degli alimenti.