Tempo scaduto  per presentare domanda per ricevere i buoni spesa erogati dal Comune di Palermo,  adesso si potrà di nuovo fare richiesta dal prossimo 20 aprile. Il contributo settimanale compreso fra 10 euro (famiglia di due persone con introiti fra 400 e 560 euro) e 130 euro (famiglia di 8 persone senza introiti).
Il metodo di erogazione del contributo avviene tramite attivazione della possibilità di utilizzo della Tessera sanitaria come bancomat spendibile a partire da domani in circa cento punti vendita.

In totale i buoni emessi  sono a supporto di 2040 famiglie per un totale di 6355 persone. Ammonta a  144.130 l’ importo settimanale per almeno tre settimane.  Ancora circa 800 famiglie non hanno consegnato l’autocertificazione.  I pagamenti alla cassa avvengono per multipli di 5 euro, per cui se la spesa è 22 euro, l’utente può scegliere se pagare 25 con la carta o 20 con la carta e 2 contante
Circa 1.900 famiglie sono state escluse per aver dichiarato o di avere depositi bancari superiori ai 6 mila euro o per aver dichiarato introiti mensili superiori ai 560 euro. Saranno comunque tutte ricontattate perché verifichino ciò che hanno dichiarato.

In questi giorni è proseguita la distribuzione diretta di provviste alimentari (pacchi con beni di prima necessità quali pasta, latte, riso, biscotti,
scatolame, ecc) che ha interessato ad oggi circa 2.500 famiglie tramite il sistema che coinvolge Comune, Caritas, Banco Alimentare, Banco Opere di
Carità, Missione Speranza e Carità. 

“È stato un lavoro enorme, cui hanno collaborato dipendenti comunali, volontari delle parrocchie e dai sindacati, operatori sociali pubblici e privati. Un segno di come la nostra città sta affrontando questa emergenza con lo spirito di una vera comunità e con l’obiettivo gli aiutare tutti coloro che sono in difficoltà e non lasciare indietro nessuno” dicono il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore Giuseppe Mattina.