“Dopo anni di attese interveniamo a Barrafranca, nell’Ennese, finanziando la progettazione esecutiva del collettore fognario in zona Largo Canale. In questo modo risolveremo una volta per tutte il problema degli allagamenti, nel centro della città, che si sono verificati anche negli ultimi mesi. Puntiamo a ridurre i pericoli per l’incolumità delle persone e mettere in sicurezza infrastrutture e abitazioni”.

Così il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, in qualità di commissario di governo contro il dissesto idrogeologico nell’Isola. E’ stata infatti pubblicata – per un importo di 350 mila euro – la gara per i servizi di ingegneria ed architettura utili al progetto esecutivo, e quindi immediatamente cantierabile, dell’intervento che prevede la sistemazione idrogeologica con la realizzazione di collettori e sistemi per la regimentazione delle acque piovane.

Un’opera analoga è stata già realizzata nella zona nord di Barrafranca, presso il bivio Catena, teatro di allagamenti e incidenti mortali. Ora si interviene nella zona sud della cittadina, dove esiste un sistema fognario misto nel quale confluiscono acque bianche e nere e che risulta ampiamente inadeguato e insufficiente. Il progetto prevede la costruzione di una vasca di raccolta sotterranea per le acque piovane tra le vie Creta e Bengasi e opere per una migliore efficienza dei canali idraulici.