“Molti pensionati hanno presentato la documentazione all’Asp 6 di Palermo per ottenere l’esenzione totale dei ticket sulle prestazioni sanitarie e farmaci, senza ottenere risposta in tempi brevi. In passato bastava solo un giorno, ma adesso i ritardi si allungano e non fanno altro che gravare sui conti delle famiglie, perché il bisogno di cure mediche, esami diagnostici non si può di certo rinviare”.

Ad affermarlo sono i sindacati di categoria Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilpensionati di Palermo, con i tre segretari Concetta Balistreri, Mimmo Di Matteo e Alberto Magro, che chiedono un incontro urgente al dirigente generale dell’Asp 6 di Palermo.

“Vogliamo comprendere il perché di questi ritardi nello svolgimento delle pratiche di autorizzazione e trovare insieme una soluzione, perché così facendo al momento molti pensionati sono costretti a pagare somme che non possono sostenere”.