Per il Comune di Palermo il 395° Festino di Santa Rosalia è stato un evento eccezionale. Secondo le stime, ancora del Comune, ad assistere alla discesa del Carro della Santuzza lungo il Cassaro, con relativi spettacoli, c’erano 600mila persone tra palermitani e turisti.

Ma il Festino, per gli albergatori, non è stato un successo, anzi, sarebbe da considerarsi un flop.

Lo conferma al Giornale di Sicilia Nicola Farruggio, presidente di Federalberghi Palermo.
A suo avviso, rispetto allo scorso anno, per il Festino gli alberghi non erano pieni e c’è stato un calo delle presenze turistiche.

“Il Festino domenicale non ha di certo giovato. Non ha favorito le presenze poiché proprio il 14 luglio molti turisti lasciavano la città dopo un soggiorno” dice Farruggio, secondo il quale è stata poca la pubblicità di un evento così importante per la città. E’ anche vero però che il 2018 è stato l’anno di Palermo Capitale della Cultura e sono stati davvero numerosissimi i turisti arrivati in città.

“Purtroppo – spiega Farruggio – sono ancora pochi i turisti che conoscono il Festino di Santa Rosalia e che sanno della festa che coinvolge tutta la città. Dovrebbe essere pubblicizzato di più. Eventi di folclore come il corteo lungo il Cassaro piacciono moltissimo. E poi permettono di conoscere totalmente la città e il suo popolo, la sua devozione, la sua tradizione. Abbiamo cercato di promuovere questo momento di grande attrattività turistica, distribuendo ai turisti le magliette ufficiali del Festino ma bisogna fare di più”.

Il riferimento, a tal proposito, è ad un maggior impegno del Comune che ci si aspettava per dare maggiore visibilità e risalto all’evento. Numerosi i turisti che solo per caso si sono trovati nel bel mezzo della festa più importante per Palermo e che non ne sapevano nulla.

Per il Comune, invece, è stato un Festino di grandissima partecipazione ma gli albergatori si aspettavano di più.

(foto di repertorio)