“Dopo il tradimento a lavoratori e aziende andato in scena nell’aula del Senato sull’istituzione di un fondo salva-imprese per i creditori della Cmc, il M5s ha detto che l’emendamento allo ‘sblocca cantieri’ bocciato verrà ora presentato al dl crescita. Con l’autorizzazione del capogruppo Graziano Delrio, comunico fin da ora che il Pd è disponibile a votare in aula un emendamento, presentato da noi o da M5s è lo stesso, che istituisca il fondo salva-imprese per la vertenza Cmc e salvi aziende, lavoratori, famiglie siciliane”. Lo dice il deputato del Pd, Carmelo Miceli.

“La Lega odia la Sicilia, cerca in ogni modo di creare problemi al sistema economico siciliano, come abbiamo visto con la tonnara di Favignana e ora anche con le imprese creditrici di Cmc – prosegue – Il M5s di Di Maio, Toninelli e Cancelleri chiacchiera tanto, ma non porta a casa nulla. Visto che non riescono a imporsi sulla Lega, il Pd è disponibile a permettere, coi proprio voti, che si arrivi ad una soluzione positiva per le aziende siciliane. Vedremo se avranno più a cuore l’inciucio con Salvini o i posti di lavoro dei siciliani”.