C’è un sindaco grillino a Bagheria, la Baarìa di Peppuccio Tornatore, di Renato Guttuso e di tante bellezze artistiche e culturali, che rischia di essere rinviato a giudizio per vicende di abusivismo (proprio ieri la richiesta della procura) e che, tra un’udienza e un interrogatorio, ha comprato un ecomostro in riva al mare, proprio nella sua città, quella che amministra”. Lo scrive su Facebook il senatore del Pd, Davide Faraone.

Si è aggiudicato all’asta – aggiunge – uno scheletro di cemento che per decenni ha deturpato la costa, ha voltato le spalle ad un litorale straordinario per bellezza e storia. Da imprenditore, naturalmente, attraverso una società i cui soci sono tutti pentastellati. Tutti imprenditori. O prenditori, come piace dire al viceministro Di Maio”.

“C’è pure – continua Faraone – una parlamentare nazionale, Caterina Licatini, componente della commissione Ambiente alla Camera insieme al marito Liborio Toia, non si sa mai. Poi Angela Coffaro, compagna di un attivista del Movimento 5 stelle e Federica Salerno. Vogliono trasformare l’ecomostro in albergo, naturalmente a 5 stelle”.

“L’imprenditore sindaco o il sindaco ormai imprenditore, Patrizio Cinque, – scrive il senatore del Pd – ha stracciato il suo programma, lo trovate ancora sul web. Quattro anni fa, se eletto, avrebbe riqualificato gli ecomostri per scopi di pubblica utilità. Ma dopo quattro anni le cose cambiano, si sa. Invece di riqualificarlo e restituirlo alla società, lo ha comprato come società e la società pentastellata ne farà un albergo, naturalmente a 5 stelle. Al diavolo il bene comune, l’ambiente, la legalità. E chissenefrega!”

“Naturalmente – conclude – a me frega eccome e intanto, ringraziando Antonio Fraschilla per aver portato alla luce questa storia, ho presentato una interrogazione urgente. Vediamo cosa rispondono quelli dell’onestà, onestà, onestà”.

LEGGI ANCHE Gli affari edilizi (leciti) di Patrizio Cinque e dei grillini di Bagheria, acquistato l’ecomostro di Aspra. 

La Sicilia supera i limiti di consumo di suolo, un ddl 5 Stelle per invertire rotta