I giovani di Libera si danno appuntamento nella terra di Danilo Dolci. Oltre 200 ragazze e ragazzi arriveranno da Torino, Cagliari, Roma, Bari e Reggio Calabria. Con i loro zaini,tende, sacco a pelo e tanto entusiasmo saranno protagonisti a Trappeto( Pa) del VIII appuntamento Nazionale dei Giovani di Libera, che prenderà il via domani mercoledì 31 luglio e proseguirà fino al domenica 4 Agosto.

Coltivare l’oggi per far crescere il domani è il titolo scelto per raccontare il lavoro delle cinque giornate: un vero e proprio “prendersi cura” dei passi che hanno guidato l’impegno di Libera fino a oggi, per rilanciare e stimolare l’azione verso i 25 anni di Libera.

Saranno tre gli sguardi che accompagneranno le attività dei giovani di Libera. La cura della conoscenza, che avrà nella giornata di venerdì 2 agosto a Palermo la sua centralità: un viaggio nel viaggio in cui conosceranno da vicino la storia del nostro Paese ripercorrendone i luoghi simbolo.

La mattina visita presso la Prefettura di Palermo e incontro con Antonella De Miro, Prefetta di Palermo e Franca Imbergamo, Sostituto Procuratore della Direzione Nazionale Antimafia. Nel pomeriggio incontro con le realtà impegnate nel quartiere di Ballarò. La cura dell’ascolto e del territorio, che vuole aprire la riflessione sugli strumenti di ascolto e lettura di mafie e corruzione nel paese. La cura delle persone e della comunità, un’attenzione che ha sempre mosso l’origine dell’impegno di Libera e che nel corso di queste giornate entrerà in contatto con le tante esperienze associative che mettono al centro della propria azione “la persona”.

Incontreranno i giovani, tra gli altri, Gian Carlo Caselli, Presidente onorario di Libera; Stefano Ciafani, Presidente di Legambiente; Antonella De Miro, Prefetto di Palermo; Valentina Fiore, Presidenza di Libera; Pino Lombardi del Centro Sviluppo Creativo Danilo Dolci; Gianfelice Facchetti,Giornalista; Claudio Arestivo di Mediterranea Saving Humans; Enza Rando, Vicepresidente nazionale di Libera; Marco Mescolini, Procuratore della Repubblica Reggio Emilia; Alberto Vannucci, Università di Pisa; Franca Imbergamo, Sostituto Procuratore della Direzione Nazionale Antimafia.

Chiusura domenica 4 agosto con i saluti di Vincenzo Agostino e le conclusioni di Luigi Ciotti, Presidente nazionale di Libera.

Durante i cinque giorni verranno realizzati dei laboratori di teatro, musica, fotografia, videomaking, scrittura, street art e grafica che permetteranno di rileggere e raccontare con nuovi strumenti e linguaggi il mosaico composito del mondo di Libera.