Pioggia di milioni sui beni culturali siciliani. Oltre 23 milioni di euro, per la precisione 23.868.878,30, per monumenti importanti quali la villa del Casale di Piazza Armerina, le cattedrali di Palermo, Monreale, Cefalù, la Zisa, parco archeologico di Selinunte e il complesso del convento della Croce di Scicli.

A fare la parte da leone, dal punto di vista economico, la villa del Casale con quasi 10 milioni di finanziamento per la realizzazione di opere strutturali e nuove coperture, quasi sei milioni e mezzo di euro, e interventi di recupero sui mosaici e le superfici decorate, quasi quattro milioni di euro; quattro milioni e duecento mila euro per il convento della Croce e il sito archeologico di Castelluccio a Scicli; due milioni di euro per il duomo di Cefalù; un milione e mezzo per il recupero e la valorizzazione dell’area del teatro antico di Palazzolo Acreide; quasi la stessa cifra per il parco archeologico di Selinunte; oltre un milione e cento mila euro per gli spazi espositivi del nuovo museo di Messina; un milione di euro, rispettivamente, per la Cuba e la Zisa di Palermo; oltre settecento mila euro per palazzo dei Normanni e piazza della Vittoria; cinquecento mila euro per il restauro della porta di Bonanno Pisano nel duomo di Monreale.

Proprio dalla città normanna arriva il ringraziamento al presidente della Regione Nello Musumeci, assessore ai Beni culturali ad interim, e alla sovrintendente Lina Bellanca, attraverso il presidente del Consiglio comunale di Monreale Marco Intravaia che plaude al finanziamento di 500 mila euro, per un restauro atteso da molti anni sulla porta bronzea di Bonanno Pisano, conosciuta come la Porta del Paradiso.

Tutte somme saranno finanziate a valere sul programma PO FESR 2014-2020, linea d’intervento 6.7.1. Non sono state dichiarate ammissibili al finanziamento due progetti: uno relativo ad un boschetto nel parco archeologico di Selinunte per 735 mila euro e i lavori di restauro del pavimento della cattedrale di Palermo per 170 mila euro.

Intanto si attende l’approvazione del comma 4 dell’articolo 10 della Legge di Stabilità con cui la Regione prevede un altro contributo da 4 milioni di euro per le cattedrali di Palermo e Monreale.