Più contributi per agricoltura, pesca, edilizia e florovivaismo nella Finanziaria che l’Ars si appresta ad approvare. Tra i provvedimenti anche l’esenzione bollo auto, sgravi fiscali per il mondo del lavoro e meno burocrazia per rilanciare l’economia siciliana. Esulta Forza Italia per i risultati raggiunti e per il lavoro svolto assieme agli altri colleghi in Commissione Bilanci.

Ieri sera si è concluso l’iter per la definizione della Manovra finanziaria attesa adesso dal voto in Aula. I deputati forzisti hanno espresso soddisfazione circa le misure di carattere generale contenute nel documento, a tutela delle fasce più deboli e delle imprese, così come per le iniziative specifiche introdotte per merito del Gruppo parlamentare.

Le proposte di Forza Italia sono state tutte accolte – riferisce il capogruppo di Forza Italia all’Ars, Tommaso Calderone – Abbiamo chiesto e attenuto che i fondi per l’agricoltura e per le imprese agricole, passassero da un contributo di 20 milioni a 50 milioni milioni di euro, che si assegnassero 20 milioni di euro al settore del florovivaismo e che al settore della pesca venissero assegnati non 10 milioni.

Calderone ricorda anche l’impegno assunto con i sindaci e l’ordine dei commercialisti di Sicilia e la riprogrammazione dei fondi POC per imprese e famiglie oltre che le dotazioni finanziarie per le imprese le cui graduatorie sono già state pubblicate. Il Parlamentare ricorda anche il bonus facciata, “con il quale abbiamo ottenuto che 50 milioni di euro fossero destinati a tutti i cittadini siciliani che vogliono ristrutturare le facciate delle proprie abitazioni, con un contributo individuale pari a 5 mila euro. Un passo importante per rimettere in moto la piccola edilizia, grazie all’effetto moltiplicatore che farà da volano per l’economia locale. Altra conquista di Forza Italia riguarda il mondo del lavoro: per le prime assunzioni, i contributi da versare all’INPS non li pagherà il datore di lavoro bensì la Regione”.

In materia di semplificazione e innovazione sarà permesso che, in materia di nuove costruzioni, non sarà più necessaria la vecchia concessione edilizia bensì la SCIA, un procedimento semplificato che sino ad ora era consentito solo per le ristrutturazioni e per le opere di manutenzione straordinaria. “Grazie all’idea di Forza Italia – continua Calderone -, anche questo risultato è stato raggiunto, con notevoli benefici in termini di abbattimento di tempi e procedure burocratiche. Abbiamo chiesto e ottenuto con apposito emendamento che venisse assegnato un acconto a tutte le strutture sanitarie private siciliane, le quali a seguito di tale emergenza sono in ginocchio. Altra iniziativa fortemente voluta da Forza Italia è legata all’esenzione del bollo per autovetture sino a 1.400 cc che siano di proprietà di soggetti che non superino i 15 mila euro annui di reddito familiare, così come le sovvenzioni per tassisti ed ncc (noleggio con conducente) per auto, autobus e natanti”.