Tempi certi e un iter veloce per ottenere il via libera alla realizzazione delle opere che in Sicilia interessano i corsi d’acqua. Da oggi, infatti, entra in funzione l’Autorizzazione idraulica unica che rappresenterà l’interlocutore esclusivo per gli utenti, sia privati che pubbliche amministrazioni. Il decreto che la istituisce porta la firma del segretario generale dell’Autorità di bacino del distretto idrografico dell’Isola, Francesco Greco.

“Adesso – afferma il presidente della Regione Nello Musumeci – i tempi potranno ridursi anche di un anno: si chiude un’era di estenuanti attese e di incomprensibili rimpalli di competenze tra Genio civile e dipartimento dell’Ambiente, provocati da una normativa che lasciava spazio a interpretazioni contrastanti. E quelle lungaggini hanno spesso fatto perdere cospicui finanziamenti, nonostante fossero pronti i progetti esecutivi per eseguire le opere”.

L’Autorizzazione, che verrà rilasciata entro novanta giorni dalla data di presentazione dell’istanza, accorperà una serie di valutazioni che precedentemente richiedevano singole verifiche: la legittimazione all’uso dell’area demaniale, la compatibilità del manufatto con le previsioni di rischio idraulico contenute nel Piano per l’assetto idrogeologico e il suo impatto sulla portata d’acqua transitabile. “Lo snellimento di ogni procedura amministrativa – aggiunge il governatore Musumeci – è sempre all’ordine del giorno sulla nostra agenda di lavoro. E in questo settore, dopo avere istituito l’Autorità di bacino attesa da quasi vent’anni, compiamo un ulteriore, decisivo passo per rimuovere tutto ciò che ostacola lo sviluppo e il processo di modernizzazione della nostra Regione”.