Parte la riqualificazione e manutenzione straordinaria del pontile di Mondello. Il via libera al progetto, di competenza degli assessorati regionali alle Infrastrutture e all’Ambiente (con delega al demanio), è arrivato stamattina in Conferenza dei servizi alla presenza dei delegati della Capitaneria di Porto, della Soprintendenza regionale e del Comune di Palermo.

I lavori partiranno nei prossimi giorni e l’opera sarà consegnata entro marzo.

A novembre il pontile era stato dichiarato insicuro e posto sotto sequestro dalla Capitaneria di porto che, in quell’occasione, aveva richiesto un immediato intervento di manutenzione e messa in sicurezza della struttura. L’intervento approvato oggi dal Governo Musumeci consentirà il dissequestro del pontile e la sua completa riapertura al pubblico, ma anche una riqualificazione estetica attraverso, tra l’altro, l’installazione di basole in travertino, doghe in teak, ringhiere in acciaio inossidabile e ceramiche artistiche.

“Con questo importante intervento di riqualificazione – spiega l’assessore al Territorio e Ambiente, Toto Cordaro – restituiamo un luogo caro ai palermitani e alle migliaia di turisti che abitualmente visitano la città, assicurando a tutti la possibilità di ammirare in tranquillità e sicurezza lo splendido panorama offerto dal golfo di Mondello”.

L’accesso è stato interdetto al pubblico, dopo un sopralluogo dei militari dell’ufficio locale marittimo di Mondello è stato accertato che non sarebbe sicuro ed è stata segnalata la “necessità di un intervento immediato di manutenzione di tutta la struttura”, come si legge nell’ordinanza firmata lo scorso 16 novembre.

“Sono vietati la sosta e il transito di mezzi terrestri e persone in tutto il pontile – si legge ancora nell’ordinanza – nonché qualsiasi altra attività marittima subacquea e di superficie”.