Rosario Ventimiglia è il nuovo presidente della Resais, la società partecipata della Regione nella quale stanno per confluire migliaia di precari che attraverso quella società dovranno essere stabilizzati in base ad una legge regionale che comunque resta sub judice per una impugnativa davanti alla Corte Costituzionale.

Il Consiglio di Amministrazione della Resais (Risanamento e Sviluppo Attività Industriali Siciliane S.p.A.) ha comunicato ieri ufficialmente la sua scelta con una lettera indirizzata proprio al neo presidente il cui incarico decorre dal 1 aprile 2019 fino al 31 dicembre 2020

Ventimiglia, messinese di 42 anni è sindaco di San salvatore di Fitalia proprio nella sua provincia. Laureato in Giurisprudenza, sin dal 1999, ha partecipato attivamente alla vita politica fitalese, dimostrando interesse per la gestione della cosa pubblica già in giovane età. Attualmente è vicino al deputato regionale azzurro Tommaso Calderone.

Per lui si presenta un incarico delicato e di grande responsabilità ma che gli permetterà anche di gestire un importante processo che riguarda proprio il mondo del precariato e le stabilizzazioni, le relazioni sindacali e i rapporti con il sottogoverno regionale e le società partecipate siciliane