Matteo Salvini è arrivato nell’aeroporto di Palermo. Il leader della Lega, come prima tappa, avrà un incontro privato a Palazzo d’Orleans col presidente della Regione Nello Musumeci. Poi secondo il programma ufficiale Salvini si recherà nel commissariato Oreto e alle 18.30 è in programma una convention con dirigenti e militanti della Lega. Non è ancora certa invece la passeggiata nel mercato di Ballarò anche se l’ex ministro l’ha annunciata sui social. Stasera invece ci sarà una cena. Domani Salvini incontrerà il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, e poi alle 9.50 terrà una conferenza stampa a Palazzo dei Normanni per ‘battezzare’ il neo gruppo parlamentare leghista.

In ogni caso in centro città è scattato un piano di chiusure al traffico e sistemi di sicurezza fra Ballarò ed il Commissariato Oreto in via Roma (Leggi qui)

Immediato l’attacco del sindaco Orlando “Apprendo che il senatore Salvini sarà oggi pomeriggio nel quartiere di Ballarò. Non mi sorprende che abbia deciso di andare in un orario in cui i negozi del mercato storico saranno per lo più chiusi. Se fosse andato in altro momento avrebbe dovuto spiegare ai negozianti perché il suo partito in Consiglio comunale ha votato contro i provvedimenti proposti dalla Giunta per la copertura del mercato storico e per la realizzazione di alloggi popolari. Se fosse andato in altro momento, avrebbe dovuto spiegare ai commercianti e ai residenti perché i rappresentanti della Lega a Palermo hanno definito Ballarò come un ‘quartiere laboratorio per l’integrazione della criminalità'”.

“La sua passeggiata in solitaria o accompagnato dalla solita claque – aggiunge il primo cittadino di Palermo – appare quindi per quella che è: una mera provocazione. Ma sarà comunque per lui un’esperienza utile: gli permetterà di toccare con mano una realtà che sta costruendo il proprio futuro, nonostante i voti contrari della Lega, partendo dalle proprie tradizioni e dalla propria cultura, dal rifiuto di ogni illegalità e dal rispetto di tutti i diritti, dall’incontro e dall’accoglienza, dalla partecipazione diretta dei cittadini, di tutti i cittadini del quartiere e della città”.

“La visita al commissariato palermitano ‘Oreto’ ha un valore simbolico nei confronti di un ufficio di frontiera, con competenza sui mercati Vucciria, Capo e Ballarò perchè quel commissariato tre anni fa è stato declassato per colpa di una scelta scriteriata del governo precedente a quello giallo verde” così Igor Gelarda, capo gruppo in consiglio comunale a Palermo, poliziotto e sindacalista, spiega le scelte di Salvini e risponde alle polemiche.

“Il commissariato ‘Oreto’ e’ stato depotenziato, con perdita di funzionari e agenti, diventando di serie b – sottolinea
Gelarda, che per anni ha lavorato negli uffici di via Roma – E’ intollerabile inoltre che si trovi in un edificio inadeguato e fatiscente, in un palazzo su più piani condivisi con abitazioni private ed esercizi commerciali. Una situazione di fatiscenza ma anche d’insicurezza. Da anni sono stati individuati i nuovi locali nell’ex palazzo delle ferrovie in via Roma, di proprietà della città metropolitana, anche se non sono stati consegnati per alcune pastoie burocratiche, che vanno avanti da quasi un decennio”.

“L’anno scorso l’ex sottosegretario per l’interno Stefano Candiani aveva visitato il commissariato e “con Salvini ministro – precisa Gelarda – erano state avviate le procedure perchè tornasse ad essere dirigenziale ma con il nuovo governo non si è saputo più nulla. Salvini non farà una passerella – conclude – ma si vuole portare la solidarietà e il sostegno a uomini e donne che ogni giorno garantiscono sicurezza ad una città che ne ha tanto bisogno”.

Una folla, intanto,  si è radunata nella piazza Mediterraneo del mercato storico di Ballarò, a Palermo, per contestare Salvini. La gente, che è giunta in piazza già intorno alle 14, mostra striscioni e manifesti contro Salvini.