E’ stato pubblicato l’avviso pubblico per le modalità di erogazione dei contributi per il 2019 a enti, associazioni e fondazioni a partecipazione pubblica che si occupano di attività teatrali e musicali.

Il decreto è stato firmato nei giorni scorsi dall’assessore al Turismo Manlio Messina.

La quota del Fondo Furs destinata ai teatri a partecipazione pubblica è pari a 1.062.348,42 euro, più l’ulteriore importo di 2.500.000 riservato esclusivamente in favore di enti, associazioni e fondazioni a partecipazione pubblica.

Pertanto, l’importo complessivo ammonta a 3.562.348,42 ripartito così: settore lirico-sinfonico e musicale 2.778.631,77 euro, teatro di prosa e danza 783.716,65 euro.

Per l’esercizio finanziario 2019, è stata disposta, in favore del Fondo unico regionale per lo spettacolo, una variazione in aumento pari a 1.600.000 euro ma le somme rientrano tra quelle accantonate derivanti da riduzione di autorizzazioni di spesa.

I contributi per il 2019 andranno in favore di enti e fondazioni a partecipazione pubblica, con sede legale in Sicilia da almeno tre anni e siano operanti nei settori della musica, del teatro e della danza, nonché dell’Istituto nazionale per il dramma antico – Fondazione Onlus (Inda).

“La valorizzazione e la promozione dell’inestimabile patrimonio culturale che la nostra Regione offre è da sempre uno degli obiettivi del governo. Nonostante la difficile congiuntura economica che stiamo vivendo, queste risorse danno una boccata d’ossigeno ai teatri dell’isola”, commenta il presidente Nello Musumeci.

Per presentare le domande ci sarà tempo fino alla fine settembre – spiega l’assessore Messina – siamo convinti che attraverso questi fondi messi a disposizione di enti, associazioni e fondazioni a partecipazione pubblica che si occupano di teatro e musica, sarà possibile garantire una maggiore offerta e una maggiore qualità al pubblico”.