Dopo 13 lunghi anni di attesa all’insegna di proroghe è arrivata finalmente la stabilizzazione per gli oltre 500 collaboratori scolastici di Palermo.

La misura, votata durante l’esame della legge di bilancio in commissione al Senato e da anni sostenuta fortemente dalla senatrice di Ap Simona Vicari prevede un bando che, entro 60 giorni dall’entrata in vigore della stessa legge, definisca le modalità di assunzione degli ormai ex precari ex-lsu.

Le nuove assunzioni potranno avvenire grazie a uno stanziamento di 3,5 milioni nel 2018 e 8,7 milioni a decorrere dal 2019. In attesa del concorso, da bandire proprio entro 60 giorni dall’entrata in vigore della manovra, i contratti sono prorogati fino ad agosto 2018.

Si chiude così, dopo una lunga trafila di trattative e di proroghe, l’emergenza di questi lavoratori rimasti dal 2004 in attesa della loro stabilizzazione e costretti, ogni anno, a chiedere, tra mille difficoltà, la proroga di anno in anno del loro contratto di lavoro.

“Ce l’abbiamo fatta” è il primo commento video a caldo di una commossa Simona Vicari su Facebook. “È stata dura ma nostra la tenacia in tutti questi anni ha finalmente pagato” ha scritto la senatrice sui social.

“Dopo il mio emendamento alla legge di Bilancio, non è più tempo di proroghe e precarietà ma di certezze e, soprattutto, di sicurezza: per i voi arriva la stabilizzazione” ha aggiunto l’esponente di AP la quale ha ringraziato anche il ministro dell’Istruzione Fedeli e il gruppo di Alternativa Popolare al Senato.

La partita passa ora alla Camera dove non si prevedono sorprese: visti i tempi stretti la legge dovrebbe passare senza particolari impedimenti.