Un altro furbetto del reddito di cittadinanza è stato scoperto dalla Guardia di Finanza nel corso di un controllo in una struttura ricettiva a Pollina (Pa).

Nel corso dei controlli i finanzieri hanno trovato tre lavoratori in nero nell’azienda. Uno di loro M.A. di 41 anni percepiva il sostegno economico voluto dal governo Conte.

L’uomo è stato segnalato all’autorità giudiziaria e gli è stata sequestrata la carta poste italiane utilizzata per percepire il beneficio.

Al vaglio dei finanzieri c’è ora la posizione fiscale della società alla quale è stata elevata una sanzione di 11 mila euro.

Con l’ennesimo intervento portato a termine salgono a 51 i lavoratori in nero individuati dalla Guardia di Finanza di Cefalù nell’ultimo anno.