Un ragazzo di 22 anni di Acate (Rg) è stato arrestato dai carabinieri di Vittoria perché accusato di lesioni personali aggravate nei confronti del padre e della sua convivente e di danneggiamento e porto di armi ed oggetti atti ad offendere.

Il giovane si sarebbe scagliato contro il padre di 59 anni, affetto da una disabilità visiva, e la sua compagna di 54 anni, colpendoli col martello e ferendoli, a causa di una lite per vecchi dissapori. E’ stato lo stesso padre a chiamare i militari dopo che il figlio ha prima danneggiato il portone d’ingresso dell’abitazione del padre e, dopo essersi creato un varco, si è scagliato contro il padre e la sua convivente.

In seguito dell’aggressione, il giovane è fuggito ma è stato rintracciato dai carabinieri nella sua abitazione. Dopo che si sono fatti medicare nell’ospedale Guzzardi di Vittoria, l’uomo e la donna aggrediti hanno ricevuto, rispettivamente, 7 e 30 giorni di prognosi per le ferite riportate.