E’ risultata positiva al coronavirus un’anziana ospite in una casa di riposo a Canicattini Bagni, Comune montano del Siracusano. Come fa sapere l’amministrazione, la pensionata, prima di finire nella struttura, “era stata ricoverata nel reparto di Geriatria dell’ospedale Umberto I di Siracusa,” al centro nei giorni scorsi di un caso di Covid19 al punto da costringere i medici a chiedere il blocco dei ricoveri e la sanificazione dei locali. Si tratta della quinta persona, residente a Canicattini Bagni, che ha contratto il virus ma per evitare il contagio il sindaco, Marilena Miceli “ha chiesto l’urgente effettuazione del tampone oltre all’anziana anche a tutti gli ospiti e gli operatori della struttura. Tamponi che l’Asp di Siracusa ha immediatamente effettuato questa mattina” fanno sapere dal Comune di Canicattini Bagni.

“Non sono bastate le iniziative preventive adottate – spiegano dall’amministrazione comunale – da subito, con scrupolo e responsabilità dalla direzione della casa di risposo, sin dall’uscita dall’ospedale dell’anziana signora, con l’isolamento della stessa e la totale chiusura della struttura a visite esterne, a salvaguardia degli altri ospiti e del personale, seguendo le misure e le direttive di sicurezza attivate dal Sindaco Marilena Miceli e dal COC comunale all’inizio dell’emergenza Coronavirus”.

Inoltre, con una nota alla direzione della casa di risposo, al medico  della struttura e al Dipartimento di prevenzione, il sindaco ha chiesto “che tutti gli operatori della struttura attivassero tutte le misure di sicurezza e preventive presso le loro abitazioni, con l’isolamento, e quanti impossibilitati a farlo a casa, di restare  all’interno della casa di riposo, al fine di tutelare i propri familiari e i cittadini, sino all’esito dei tamponi”.