I carabinieri hanno eseguito una misura cautelare nei confronti di un operaio Antonello Burgaretta, 50 anni, di Portopalo, accusato di un’estorsione di 3 mila euro ad un professionista. L’indagato, che è stato condotto in carcere e conosciuto nel Comune del Siracusano con il soprannome di “succiddu”, nella settimane scorse, avrebbe preso di mira la vittima, a cui avrebbe chiesto delle somme in denaro. Soldi che gli sarebbero serviti per tirare a campare ed il professionista, in una prima fase, avrebbe accontentato qualche richiesta ma l’operaio non si sarebbe scoraggiato, anzi sarebbe tornato alla carica per mettersi in tasca più soldi.

L’indagato avrebbe reso la vita impossibile alla vittima, che, in alcuni casi, oltre ad essere seguita sarebbe stata minacciata e quelle parole avrebbero scosso parecchio il professionista, al punto da decidere di dargli il denaro chiesto. “Antonello Burgaretta era solito infatti seguire il professionista a lavoro, in banca e finanche presso la sua abitazione per rinnovargli le richieste estorsive” spiegano dal comando provinciale dei carabinieri.

Il professionista, dopo aver pagato l’ultima dazione di denaro per un ammontare complessivo di 3 mila euro, si è rivolto ai carabinieri che hanno condotto le indagini, coordinate dal Procuratore aggiunto, Fabio Scavone e dal pm Gaetano Bono.